logo Museo Etnografico

News del Museo Etnografico "Regole d'Ampezzo"
riga

Fešta del Dešmonteà
Sabato 14 ottobre 2017 - ore 9.30
Piazzale Autostazione, Cortina d'Ampezzo

Sabato 14 ottobre 2017 la comunità ampezzana celebra il rientro del bestiame dagli alpeggi estivi nella tradizionale Fešta del Dešmonteà.

Dalle ore 9:30 presso il piazzale dell’Autost

riga

MOSTRA PROROGATA FINO AL 15 SETTEMBRE
"Creazioni Veneziane a Cortina d'Ampezzo. Rosanna Basilio espone arazzi, vetri, sculture, pitture"

Rosanna Basilio espone arazzi, vetri, sculture e pitture, rappresenta la forma tipo dell’artista di Venezia. Teorie d’arte assimilate, rivissute e ricomposte in una prassi che è tipica del

riga

IL NUOVO MUSEO ETNOGRAFICO "Regole d'Ampezzo"

Il percorso museale è incentrato sulle Regole d'Ampezzo, quale secolare proprietà collettiva della valle di Cortina d'Ampezzo.
Il percorso è sviluppato nei due piani superiori dell'edificio ex

riga

La nuova sede del museo

Il nuovo museo trova sede in una vecchia segheria alla veneziana della Magnifica Comunità d'Ampezzo.
In antico, nella conca d'Ampezzo, le segherie e i mulini a moto idraulico erano assai numeros

riga

IL NUOVO MUSEO ETNOGRAFICO "Regole d'Ampezzo"

foto

Il percorso museale è incentrato sulle Regole d'Ampezzo, quale secolare proprietà collettiva della valle di Cortina d'Ampezzo.
Il percorso è sviluppato nei due piani superiori dell'edificio ex segheria in loc. Pontechiesa. Al primo piano viene presentata l'istituzione collettiva delle Regole d'Ampezzo; al secondo piano è rappresentato il territorio regoliero e la gestione collettiva di boschi e pascoli.
Nel piano seminterrato è stato realizzato un allestimento, che permette di fare delle esposizioni tematiche, sono visibili le pregevoli collezioni di artigianato artistico - ebanisteria, filigrana d'argento, ferro battuto - e i costumi tradizionali. Allo stesso piano si trova un'aula didattica.
L'esposizione ha lo scopo di far capire a tutti i visitatori del museo come dietro un paesaggio di boschi e pascoli, che tutti ammirano, vi siano scelte secolari, che le generazioni passate hanno compiuto, come la proprietà collettiva abbia costituito in passato la fonte essenziale dei mezzi di sopravvivenza della comunità ampezzana e come l'istituzione, tuttora riconosciuta, sia oggi ancora valida e operante.
Attraverso un'esposizione selettiva di oggetti e di immagini il museo documenta alcuni aspetti importanti della cultura della comunità ampezzana: il patrimonio di tradizione, le modalità di gestione dei boschi e dei pascoli, il secolare rapporto tra uomini e territorio.