logo Museo Paleomtologico

simboloCalcare di Dachstein e Calcari Grigi
riga

210 milioni di anni fa, alla fine del periodo Triassico, un veloce abbassamento del fondo marino porta l'intera regione da condizioni di piana di marea (Dolomia Principale) a un bassofondo tropicale sempre coperto dall'acqua e simile all'attuale piattaforma sommersa delle Isole Bahamas. Anche il clima cambia: si passa infatti da un clima tropicale arido influenzato dalla vicinanza della terra emersa, ad un clima tropicale umido, tipicamente marino. Nelle parti interne della piattaforma, caratterizzate da acque calme, si depositavano i fanghi carbonatici. Le parti esterne della piattaforma, prospicienti il mare aperto e soggette all'azione diretta del moto ondoso, presentavano condizioni favorevoli alla formazione di dune sabbiose sottomarine. Inoltre la presenza di acque limpide, agitate e ricche di nutrimento permetteva l'insediarsi di vari organismi tra cui numerose colonie di brachiopodi. Tutti e tre questi depositi, trasformati successivamente in rocce calcaree, costituiscono oggi la successione del Calcare di Dachstein, dei Calcari Grigi e dell'Encrinite di Fanes.